giovedì 29 novembre 2012

Un invito produttivo!

Sono stata invitata a partecipare al forum di giornalisti e scrittori organizzato dall'Associazione Dicta Scripta e Associazione Nuova Immagine di Latina
L'incontro si è tenuto domenica scorsa nella bella location della Villa del Cardinale di Norma, "terrazza" suggestiva da cui si gode un bellissimo panorama che va dalla pianura pontina fino al mare, isole ponziane comprese.


Ero tra i relatori del convegno titolato "Noi che scriviamo".
Di che parlo? mi sono chiesta appena mi hanno invitato.
Non ho avuto indecisione alcuna quando ho deciso di parlare di questa nuova forma di linguaggio rappresentata dai blog.  



Ecco la sintesi del mio discorso...

Noi che scriviamo … una bella idea per mettere a punto linguaggi e tecniche, che sono diverse se usate per scrivere un libro o se invece devi scrivere un articolo per un giornale. E questo lo sappiamo tutti.
Quello che non conosciamo molto è il nuovo linguaggio utilizzato in un altro strumento comunicativo che ora accompagna molto i giornali online o altro: I blog.
Cosa sono i blog? La parola è contratta da web log e significa "diario in rete”.

(Un pò di storia non guasta mai) Il primo blog è stato avviato in America  nel 1997 e lo aprì un commerciante amante della caccia che decise di condividere la sua passione con gli altri. In Italia cominciò a prendere piede intorno al 2001.
 Tra il 2002 e 2007 i blog godono di un periodo di grande fortuna comunicativa, addirittura di sopravvalutazione perché ritenuti fortemente rivoluzionari dal punto di vista della comunicazione e dei rapporti sociali: Giuseppe Granatieri  parla di Generation blog in un suo libro. 

Tra il 2009 e 2010 si avverte  una crisi dei blog, a causa dell’immenso successo dei nuovi social network Facebook e twitter.  Il motivo per cui i blog si sono così diffusi è da ricercare in più fattori: dall’esibizione pubblica della proprio vita privata alla creazione di testi complessi e specifici; ma cosa fondamentale è che alla base della diffusione c’è ad ogni modo la caratteristica della condivisione.

Al 2011 ci sono più di 156 milioni di blog pubblici in essere. Il mio è nato alla fine del 2011.



Creare un blog è un’operazione abbastanza semplice.... e qui ho parlato delle varie piattaforme, dei successi che ti possono arrivare da un blog. Ci si poteva non soffermare sul blog più importante che c'è in rete? Cioè quello di Grillo e da qui l'analisi del successo tra i giovani. 
Ma ho citato anche le mie amiche blogger, a loro sconosciute e cioè Sigrid Verbert e il suo blog " Il cavoletto di Bruxelles" e i libri che ne sono scaturiti.
Ho poi citato Cinzia e Mari, da blogger a scrittrici, Nives che ha fatto del suo blog ...la solidarietà per l'Emilia e altri....

Ho parlato e analizzato il linguaggio del web writing e quindi accennato al fatto che quotidiani on line come LINKIESTA e HuffintonPost si avvalgono della collaborazione di tanti blogger. Ma anche il Fatto Quotidiano, Il corriere della Sera, Il Sole24ore. Insomma il blogger ormai ha afferrato un grande spazio nell'area della comunicazione e...non se ne può fare più a meno!



Risultato di questo discorso? La sala era gremita e le persone mi ascoltavano con molta attenzione....anche i più anziani ( che bello mi sono detta...allora non sto dicendo cose astruse...usando termini come template google, followers e altro...). 

Finale soprendente. Sergio Mancini, sindaco di Norma, ha annunciato di voler dar vita nel suo piccolo comune ad un'Associazione di scrittori, giornalisti e poeti della provincia e non solo...ovviamente con un blog...vero Mariassunta? Mi hanno subito chiesto. Certamente, ho risposto davvero soddisfatta che il mio messaggio su questo nuovo linguaggio non solo sia stato recepito, ma si intende applicarlo anche subito!

L'articolo di Latina Oggi che annuncia il Forum

 






15 commenti:

  1. Grazie mille per la citazione...
    buon lavoro
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo meriti Mari perchè ti vedo una donna caparbia! M.

      Elimina
  2. Ciao mariassunta; bhè, almeno una bella iniziativa, tanto per cominciare! Penso che ce ne sia bisogno anche qui, nella provincia di Frosinone, provincia un pochino sonnacchiosa, alcuni non sanno neanche che cosa sia un blog, e alcuni non si rendono conto delle potenzialità. stamattina ho lasciato un commento, su un post "voi vi definite blogger"?....io penso ancora, così/così...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca...quando diventermo tutti provincia di Frosinone, potremmo fare le cose insieme ehhhhh....:-)
      E' vero qui si sta muovendo qualcosa, sempre poco, perchè come diceva la mia amica Rita Calicchia, ideatrice e presidente di Dicta Scripta...a Latina non c'è neanche l'assessore alla cultura. Ben venga quindi l'idea sposata dal sindaco di Norma...finalmente ogni tanto si incontra qualcuno sensibile a questi problemi.
      Dove hai letto questo post? Ciao M.

      Elimina
  3. Interessante davvero. E recepito in pieno, quindi. Aspetto di vedere in rete il nuovo blog di Norma.

    RispondiElimina
  4. Ciao Mariassunta, la tua generosità è sempre presente nelle mie emozioni.
    Oggi, questa citazione è più che mai un dono, il 29 Novembre, un giorno pieno di significati per me, su più fronti! GRAZIE di cuore! Un abbraccio. NI

    RispondiElimina
  5. Ciao Mariassunta...questo vuol dire che siamo bene in linea con i tempi!!!
    Grazie delle tue visite,sono mooolto gradite!
    a presto Lieta

    RispondiElimina
  6. non se ne puo' piu' fare a meno del blog! un grande mezzo di condivisione anche se spesso mi chiedono..ma tu lo sai usare il pc..!? a presto Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così...perchè il blog avvicina e condivide!

      Elimina
  7. Ciao Donna in carriera! io sono di Nettuno, ma con Ludo siamo amici, ed essendo io e mio marito innamorati del suo locale, abbiamo deciso di sposarci lì! Vai a trovarli, a loro farà sicuramente piacere! Ciao e grazie di essere passata a trovarmi nel mio mondo freak! Mi unisco al tuo blog molto volentieri!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' sei vicino casa mia Emanuela, perchè io abito a Latina nel quartiere nuovo più vicino a Nettuno. Ci devo sempre andare da Ludovico, ma arrivo e scappo a Priverno...comunque una delle mie sorelle, oltre ad essere loro amica è anche un habituè di Tacconibus. Rivisiterò il tuo blog con più simpatia sapendo che siamo pure vicine. Ciao Mariassunta

      Elimina
  8. Grande Mariassunta! Mi sono letta il discorso avidamente, molto molto interessante, ci rappresenti bene, bravissima. Mi sono pure un po' emozionata quando ho visto la tua foto, è sempre una cosa bella dare un volto alle persone che ti sono oramai familiari sul web! Un abbraccio

    Viviana

    P.S. Il tuo logo mi piace molto, ma cambierei i colori e li farei più neutri. Baci!

    RispondiElimina
  9. Davvero complimenti, cara Mariassunta!
    Soprattutto in questi periodi, in cui internet e persino i blog sono minacciati, il tuo discorso è stato incantevole e necessario.
    Un abbraccio e a presto:)
    Lara

    RispondiElimina
  10. Bella iniziativa quella che racconti! E, vedo, efficace il tuo intervento! Con grande stupore scopro che ci sono ancora moltissime persone che non sanno neanche cosa sia un blog! Dunque ti ringrazio...
    A presto,
    Alfonsina

    RispondiElimina
  11. cara Mariassunta, mi sono letta per benino questo post,
    hai affrontato un argomento molto caro, sia hai giovani che per i meno giovani come me, il mondo dei blog.
    Le tue citazioni poi dimostrano,come la fantasia, la creatività, la manualità ma, sopratutto la caparbietà di molte blogghine abbiano reso il loro piccolo mondo virtuale sempre più grande, un successo che va oltre le pagine di un post, per arrivare al cuore delle persone, alle loro menti, alle loro mani...
    Che bello che chi come te, usa il suo lavoro e le sue doti intelletuali per promuovere favorevolmente il mondo virtuale dei blog!
    grazie da una piccola blogghina, che ama e segue con piacere molti blog, ma sopratutto legge volentieri proprio il tuo e non si vergogna della suo lessico e ti scrive lo stesso, perchè sa che tu leggi volentieri i suoi commenti!
    bacioni Valeria

    RispondiElimina